Software di integrazione: Connect Bridge, iPaaS e il resto

Zsolt Beke Prodotti e soluzioni Lascia un commento

Spesso ci viene chiesto dai nostri clienti e dai potenziali clienti come Connect Bridge si confronta con i prodotti della concorrenza e gli ESB (Enterprise Service Bus). Può sembrare una domanda semplice, ma c'è molto di più di quanto sembri, perché semplicemente non è così.

Una gabbia dorata

Recentemente, stavo giocando con i Lego con il mio nipotino e l'ho trovato piuttosto insoddisfacente, il che è stato piuttosto strano, dato che mi piace sempre ogni momento con lui. I mattoncini Lego sono belli e ben fatti, ma in qualche modo rimangono indietro nelle aree in cui dovrebbero primariamente eccellere - libertà e creatività. Dovrebbero aprire un mondo di creazione; permettere ai bambini di unire liberamente i mattoncini, di progettare il proprio mondo di fantasia e mistero... Ma piuttosto li costringono a seguire le regole, i processi e le direzioni prestabilite, in modo che realizzino ciò che i designer si sono impegnati a progettare.

E lo stesso vale per la maggior parte dei software di integrazione dati. Offrono una gabbia dorata fatta di regole, metodi e trigger predefiniti dorati, ma non molto di più.

Se sei dentro per la predefinizione...

Non fraintendetemi: iPaaS (integration platform as a service), le piattaforme di integrazione, come Zapier, le soluzioni KingswaySoft, Snaplogic, Scribe e molte altre, sono per lo più ottime per quello per cui sono fatte: costruire semplici integrazioni di dati predefiniti che consentono l'automazione del flusso di lavoro. Permettono persino di elaborare in massa e di caricare in blocco dati provenienti da varie fonti predefinite e di trasformarli per utilizzarli in altre applicazioni predefinite. Permettono a voi e a tutti gli altri - anche senza alcuna competenza o esperienza - di utilizzare i dati in processi aziendali e flussi di lavoro predefiniti basati sui dati in modo ordinato e predefinito da un ambiente intuitivo e predefinito...

Tutto questo è meraviglioso, ma un po' troppo predefinito, si potrebbe pensare, e manca ciò di cui le aziende di oggi hanno più bisogno: flessibilità, creatività e controllo.

Cosa fa Connect Bridge in modo diverso?

Sinceramente, tutto.

Mentre le soluzioni offerte come modello iPaaS sono di norma rivolte all'utente business, Connect Bridge è destinato agli utenti più esperti di tecnologia che vogliono scavare più a fondo - e che richiedono un maggiore controllo. Queste soluzioni iPaaS forniscono un'interfaccia facile da usare che consente di impostare tutte le integrazioni di base tra database e sistemi di registrazione. Connect Bridge, tuttavia, non offre nulla del genere - eppure propone molto di più. Vi dà la libertà di progettare e creare da zero la vostra logica di integrazione, di business e di elaborazione, senza limitarvi con flussi di lavoro pre-progettati e predefiniti. Vi dà la possibilità di integrare le vostre applicazioni e sistemi con qualsiasi altra applicazione o sistema, di sincronizzare i dati in modo omnidirezionale, di consumare i dati nel modo più significativo.

Inoltre, a differenza delle soluzioni iPaaS, Connect Bridge offre tre diverse opzioni di implementazione: on-premise, ibrido e cloud per la massima flessibilità e controllo in base alle vostre esigenze specifiche.

Cosa ci distingue - l'utente target e le possibilità

Francamente, Connect Bridge non è uno strumento per l'utente finale, ma piuttosto una piattaforma che supporta integrazioni su larga scala, complesse e senza restrizioni tra dati, applicazioni e sistemi. Non è destinato agli utenti finali in un ambiente aziendale, ma piuttosto ai team di sviluppo interni, ai fornitori di software e ai professionisti dell'integrazione, in quanto non elimina completamente la necessità di codifica - piuttosto riduce i requisiti di codifica fino a 90%.

Con Connect Bridge, siete liberi di fare con i dati tutto ciò che desiderate (o trovate significativo). Non ci sono limiti al vostro mondo di possibilità, poiché eliminando la necessità di costruire e codificare meccanismi di comunicazione per i vostri sistemi (o quelli dei vostri clienti), vi consentiamo di recuperare, elaborare e memorizzare qualsiasi dato da qualsiasi luogo. Connect Bridge è una piattaforma middleware, in quanto collega - o fa da ponte, se preferite - le vostre applicazioni e sistemi aziendali, consentendo una comunicazione semplice e affidabile tra i vari componenti dell'infrastruttura.

Cosa fa Connect Bridge per voi

I database, i sistemi aziendali, i repository e i sistemi di archiviazione dati comunicano con il mondo attraverso le Application Programming Interfaces (API). Questo insieme di API può essere visto come un glossario di termini (o comandi) che il sistema di destinazione può comprendere. Tuttavia, la maggior parte dei sistemi parla un linguaggio diverso, quindi per poter comunicare in modo efficiente con loro, la vostra applicazione - e voi - dovreste padroneggiare tutte le API e le loro caratteristiche. E questo non è un compito facile.

Questo è il modo in cui Connect Bridge affronta il problema per sollevare il peso dalle spalle e consentire l'accesso a una grande quantità di informazioni:

1. Collegamento al sistema di destinazione
La connessione ai sistemi di destinazione viene stabilita tramite driver ODBC o JDBC o servizi web.
2. Visualizzazione del sistema di destinazione
Connect Bridge fornisce un set di istruzioni SQL e procedure memorizzate per visualizzare le entità del sistema di destinazione come tabelle virtuali.
3. Esecuzione di query SQL
L'utente/applicazione può interagire con il sistema di destinazione eseguendo query SQL o stored procedure.
4. Tradurre le chiamate SQL in API
Le query SQL inviate vengono tradotte in chiamate API o in codice per chiamare le funzioni rilevanti sul sistema di destinazione.
5. Recupero dei risultati
Il sistema di destinazione restituisce il valore richiesto, il codice del risultato o un errore. La piattaforma presenta il risultato all'utente/applicazione.

Inoltre, quando si tratta di sicurezza, Connect Bridge non è secondo a nessuno per quanto riguarda i meccanismi di sicurezza multipli, tra cui la crittografia a chiave pubblica RSA, i certificati digitali, OAuth, ecc. Ad un livello inferiore, la sicurezza e l'integrità dei dati è garantita dalla comunicazione con i sistemi di destinazione tramite API sicure piuttosto che direttamente.

Conclusione

Crediamo davvero che non abbia senso fare quello che tutti - o anche chiunque altro - fanno già. Connect Bridge non è stato quindi progettato per competere con varie soluzioni iPaaS, ma piuttosto per integrarle o per consentirvi di estendere i vostri sforzi di integrazione fornendovi la massima libertà di scelta dei sistemi e delle tecniche di elaborazione dei dati.

Per saperne di più, guardate il video qui sotto, o leggete il nostro blog.

VIDEO: esempio di integrazione da Exchange a SharePoint

VIDEO: Sincronizzazione dei contatti a cinque vie

Perché i clienti utilizzano Connect Bridge

Guarda un breve video per scoprirlo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *