Incontra il nuovo CTO Rock Star di Connecting Software

Anastasia Mazur Notizie dell'azienda Lascia un commento

Siamo entusiasti di presentare il nostro nuovo Chief Technology Officer Stefano Tempesta.  

Arrivato direttamente da Melbourne in Australia, sta portando una forte competenza tecnica e soluzioni creative per progettare nuovi prodotti in Connecting Software.  

Uno degli unici 160 direttori regionali Microsoft al mondo; tre volte Microsoft MVP (Azure, AI e Business Applications - l'unico al mondo!); "Gold Disruptor" premiato dalla Australian Computer Society; un allenatore, un organizzatore di conferenze e un famoso oratore; un viaggiatore appassionato, e 'un povero musicista' - nelle sue stesse parole, realizzerà la squadra di Connecting Software come nessun altro. 

Originario dell'Italia, Stefano Tempesta apprezza la vita di mare, quindi la sua prima destinazione è il nostro centro di sviluppo sull'isola di Madeira. A proposito, in italiano, "tempesta" significa tempesta, ed è così che sta conquistando la nostra attenzione - per tempesta.  

Ecco la nostra sessione di domande e risposte con il nuovo CTO per presentarlo ai nostri partner e clienti. 

Perché avete deciso di aderire a Connecting Software?

Sono incuriosito - per due motivi principali. In primo luogo, ho trovato la combinazione della tecnologia che si adatta perfettamente alle mie capacità e alla mia esperienza. Ho sempre lavorato con lo stack Microsoft. E ho cercato un'organizzazione che costruisse prodotti. Adoro costruire software. Dopo aver parlato con il CEO Thomas Berndorfer, ho visto che siamo sulla stessa lunghezza d'onda. Connecting Software crea prodotti che risolvono problemi tangibili per i clienti.

Thomas ha una mentalità imprenditoriale - ma aperta. Non si limita alle applicazioni tradizionali nell'ambiente di lavoro moderno, come l'ufficio o la dinamica. Ho pensato: fantastico, insieme possiamo anche costruire applicazioni IoT e blockchain, innovare per le Smart Cities, sfruttare la tecnologia AI.

Un'altra ragione è venire a Madeira, dove si trova uno degli uffici. Sono affascinato dalle isole. Sono cresciuta in un villaggio italiano in riva al mare e mi piace questo stile di vita. È come vivere in un paradiso.

Qual è stata la sua prima impressione sul software Connecting?

Wow questi ragazzi fanno un sacco di piccoli prodotti che fanno una cosa sola ma la fanno davvero bene. Sembra un toolkit. Si prendono diversi componenti e si può costruire una casa.

Dinamica al replicatore di permessi SharePoint risolve il problema delle autorizzazioni. Document Extractor aiuta a ridurre i costi e a conservare i documenti in modo più efficace. Perfetto, problema risolto. La catena di blocco Sigillo digitale - grande, dimostra l'autenticità dei documenti che è necessaria oggi più che mai. Il sito Piattaforma di integrazione Connect Bridge - è più ampio, può fare molte cose.

Come cliente, ho un menu tra cui scegliere. E invece di comprare un grande software che è estremamente complicato da configurare, e costa un sacco di soldi (e forse userò solo 20% della sua capacità), compro esattamente quello che mi serve, pago pochissimo, prendo il prodotto che fa il lavoro e lo fa perfettamente. Questo è ciò che ho amato. Servizi modulari che funzionano sia insieme che in modo isolato.

Avete in mente un prodotto specifico da costruire con Connecting Software?

Ultimamente molte persone sono state isolate lavorando da casa e comunicando attraverso le applicazioni. E sono troppe da affrontare: Microsoft Teams, Zoom, WhatsApp, social media come Facebook, LinkedIn, linea di applicazioni aziendali che comunicano con voi. Un tipico dipendente si occupa di 9-15 app al giorno - tutte con l'invio di notifiche, compiti da svolgere. Oltre alle normali e-mail.

La sfida è come rimanere in cima a tutte queste informazioni e compiti.

Insieme a Connecting Software, possiamo creare un hub di comunicazione che consolida le informazioni provenienti da diverse applicazioni, e l'IA aiuta a prevedere come è possibile ottimizzare le attività e creare un programma in modo da potersi concentrare e allocare il proprio tempo meglio che rispondere a tutti gli eventi. È un concetto, ho sviluppato un'architettura di alto livello e non vedo l'ora di lanciarla.

Cosa succederà alla tecnologia nei prossimi 3-5 anni?

Blockchain è stato in giro per circa 10 anni come crittovaluta, ma ora inizieranno ad apparire altri software con applicazioni pratiche quotidiane.

Inoltre, molti parlano di calcolo quantistico, ma senza un grande uso pratico.

Avremo più realtà aumentata o virtuale.

Ma personalmente, io sogno le Smart Cities. Collegate, tecnologicamente avanzate ma anche più inclusive e sicure. E le nostre app possono contribuire a formare questo futuro. Per esempio, un'identità digitale basata sulla tecnologia blockchain.

Come continuerete gli eventi pubblici di Madeira?

Durante i mesi di isolamento, sono stato più occupato che mai. Di solito, partecipavo a 10-12 conferenze all'anno. Ma solo negli ultimi 3 mesi ho fatto 15 conferenze pubbliche, online. Accolgo con favore questa opportunità.

Un tempo tali conferenze erano solo per "l'élite": coloro che potevano permettersi di viaggiare e pagare la quota di partecipazione. Ma ora c'è molta attenzione nel mercato all'inclusione.

Recentemente ho organizzato un evento virtuale e ho invitato un relatore tramite LinkedIn, uno sviluppatore nigeriano di 14 anni. Si è collegato all'una di notte per presentare una sessione sull'IA.

Non avrebbe potuto venire a Melbourne e presentare la sua sessione davanti a un vasto pubblico internazionale. È una grande opportunità per lui, ma anche per noi di vedere cosa sta succedendo da quella parte del mondo.

Dopo la corona, il formato online rimarrà?

Continuerà insieme agli eventi normali. Gli incontri faccia a faccia sono i migliori perché non si può fare tutto online - come cenare insieme o passare del tempo in un ambiente informale. Ma molti eventi continueranno a fornire un'esperienza virtuale per coloro che non possono partecipare.

Quale certificato o premio è più importante per voi?

Non è un certificato in quanto tale, ma penso che il fatto di essere riconosciuto come un buon professionista onesto, bello da lavorare. Non danno certificati per questo. Devi conquistare questa reputazione in ogni azienda e in ogni team ogni giorno.

Sono anche molto orgoglioso di essere un direttore regionale di Microsoft. Ci sono solo 160 persone di questo tipo in tutto il mondo ed è una selezione molto difficile perché è necessario soddisfare requisiti specifici - competenza multipiattaforma, leadership della comunità e impegno per i risultati di business.

Sono stato orgoglioso di essere stato riconosciuto Professionista ICT dell'anno dall'Australian Computer Society. Non il titolo in sé, ma il motivo per cui mi hanno scelto. Collaboro con le ONG per organizzare eventi in cui promuoviamo l'adozione di tecnologie migliori. Le persone che non hanno mai lavorato con i computer iniziano a costruire le loro prime applicazioni con noi. Lavoriamo anche con i bambini e gli aborigeni, offrendo il nostro tempo come volontari.

Mi hanno anche dato il premio 'Gold Disruptor'. Ho sempre sognato di essere un disgregatore in qualcosa! 🙂 Tutti i certificati vengono naturalmente. È una passione e non un peso. Lo faccio perché mi piace.

Come persona che è stata chiamata da altri professionisti come maestro del codice pulito - scrivete ancora software?

Ultimamente non ho fatto molto codice pronto per la produzione. Ma amo la codifica e lo faccio da molti anni. Mentre parlo a molte conferenze, preparo le demo da solo. Per esempio, un chat bot o alcuni servizi cognitivi per il riconoscimento del volto e della voce, un'app per l'analisi della salute della pelle e le raccomandazioni. Uno dei miei preferiti è Mario il Pizzaiolo, un bot che ordina la pizza.

Il mio primo linguaggio di programmazione è stato Pascal at college, poi C+++, Java, C#, Python, e più recentemente Solidity per blockchain.

Parlando di lingue - il vostro LinkedIn Il profilo dice che parli il Sindarin, la lingua degli elfi?

Sono pazzo del Signore degli Anelli. Sono andato a vedere tutti i posti in Nuova Zelanda dove è stato girato il film, incluso Hobbiton. Mi sono persino fatto un tatuaggio in Sindarin che recita come 'La mia stella dell'Est', considerando che mia moglie viene dall'Europa dell'Est.

Di solito viaggiamo molto e ci piacciono il cibo, la cultura e le lingue nuove.

Parlo italiano, inglese con accento italiano e russo abbastanza male da non avere conversazioni troppo lunghe con mia suocera.

Il profilo dice anche che sei un volontario?

Sono un capo scout. Sono stato negli scout uno studente in Italia e ho continuato da adulto a Melbourne. Insieme ai "cuccioli", bambini di 6-9 anni, giochiamo e facciamo varie attività che insegnano loro a rispettare la natura, l'uno all'altro, Dio o il Paese.

Come si fa a trovare il tempo per tutto questo?

Si tratta di dare priorità a ciò che ti piace e rimuovere ciò che non ti dà piacere. Per esempio, io non guardo la TV. Non dico che sia un male, ma mi piacciono di più le altre cose. Come passare del tempo con mia moglie e le mie due figlie, viaggiare insieme. Non c'è nessun segreto speciale. Si tratta solo di inseguire le cose che ami di più. Lo farai senza alcuna difficoltà.

*** 

Diamo il benvenuto a Stefano Tempesta nel nostro team! Insieme, saremo ancora più veloci e migliori nel creare soluzioni per la vostra convenienza, produttività, conformità e risparmio di tempo e denaro. Quindi seguite le nostre novità!  

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *