SVILUPPATORI DI JAVA: Parlare con Microsoft Dynamics nel vostro codice Java

Ana Neto Notizie dell'azienda, Connettori, Tecnico Lascia un commento

Avete mai pensato di collegarvi a Microsoft Dynamics dal vostro codice Java? Sì, lo so... preferisci stare lontano da qualsiasi cosa Microsoft... Ma se potessi ottenere i dati da Microsoft Dynamics (o anche a Microsoft Dynamics) senza sporcarti le mani?

Quali sono le mie opzioni?

Il modo classico di integrarsi con qualsiasi tipo di software sarebbe quello di utilizzare le sue API. Se si vuole utilizzare l'API di Microsoft Dynamics, si hanno, infatti, due opzioni. Entrambe sono le REST API e se avete bisogno di cercarle, assicuratevi di cercare "Microsoft Customer Engagement REST API". Microsoft utilizza ora il termine "Customer Engagement" per tutto ciò che riguarda Dynamics.

Tornando alle vostre opzioni, se state cercando le API di Microsoft Dynamics, queste lo sono:

- API Web

- Gestione online API

L'API Web sarebbe la scelta naturale dell'API per la maggior parte dei casi. Implementa OData (Open Data Protocol) e supporta Dynamics 365 (sia online che on-premises), Dynamics CRM 2016 e Dynamics CRM Online. La versione di OData utilizzata è la versione 4.0, e l'utilizzo di OData è un grande vantaggio.

Se non avete sentito parlare di OData, potete iniziare qui e poi andare più in profondità qui. E se non siete sicuri dei vantaggi di OData, lo dirò semplicemente isapprovato come norma internazionale (ISO/IEC). Per utilizzare questa API, probabilmente si utilizzerebbero o SDL OData Frameworks o Apache Olingo, in quanto queste sono le librerie Java che supportano OData V4.

La seconda opzione, l'API di gestione online, si riferisce in particolare a compiti legati ad esempio. Sulle istanze online del vostro inquilino Office 365 potete eseguire diversi compiti, come ad esempio creare, recuperare, cancellare, fare il backup e ripristinare un'istanza. Si tratta di un'API specifica per l'uso, non di qualcosa che si userebbe in uno scenario di integrazione generico.

Un'alternativa alla classica integrazione delle API con le API Web e/o le API di gestione online sarebbe quella di provare una soluzione senza codice / a basso codice. Sarebbe possibile utilizzare PowerApps e creare un'applicazione che si connetta a Microsoft Dynamics. Tuttavia, questo approccio non ha molto senso per uno sviluppatore... dopotutto, perché cercare di evitarlo?

Se si va con PowerApps si ha l'inconveniente maggiore di essere attaccati ai modelli che vengono definiti. E vi ritroverete anche con un'applicazione che è totalmente inutile quando non è in linea e che non gestirà veramente nessuna parte complicata come la sicurezza. Penso che queste siano limitazioni che si sopporterebbero solo se non si potesse scrivere codice.

La zona di pericolo - l'integrazione con Microsoft Dynamics potrebbe funzionare contro di me?

Diciamo che si va con la classica integrazione delle API. La prima cosa che dovete sapere è che ci sarà molto studio. La documentazione di base delle API può essere trovata su https://docs.microsoft.com/en-us/dynamics365/customer-engagement/web-api/about?view=dynamics-ce-odata-9.
Se avete bisogno di lavorare con le versioni precedenti di Dynamics (prima della 9.x) allora dovete studiare https://docs.microsoft.com/en-us/previous-versions/dynamicscrm-2016/developers-guide/mt607689(v=crm.8).

In breve, c'è un sacco di documentazione di cui avete bisogno per farvi un'idea. Non è super difficile iniziare, ma lo è ancora di più se si sta lavorando su un'applicazione reale. Assicuratevi di avere il tempo per farlo, se questa è la strada che scegliete.

Ma il vero pericolo sono gli aggiornamenti. Il ciclo di vita del prodotto in Dynamics si muove velocemente! Se si guarda agli ultimi 10 anni, questo è ciò che si ottiene (per maggiori dettagli date un'occhiata (per maggiori dettagli date un'occhiata a https://docs.microsoft.com/en-gb/previous-versions/dynamics/ per le versioni più vecchie o https://community.dynamics.com/p/products per quelli attuali):

Dinamica AX

- Dynamics 365 for Finance and Operations

- Microsoft Dynamics AX 2012

Dinamica CRM

- Dynamics 365 per le vendite

- Dynamics 365 per il servizio clienti

- Dynamics 365 per il servizio sul campo

- Dinamica CRM 2016

- Dinamica CRM 2015

- Dinamica CRM 2013

- Dinamica CRM 2011

Dinamica NAV

- Dynamics 365 Business Central

- Dinamica NAV 2016

- Dinamica NAV 2015

- Dinamica NAV 2013 R2

- Dinamica NAV 2013

- Dinamica NAV 2009 R2

- Dinamica NAV 2009

Sportello di servizio unificato

Management Reporter per Microsoft Dynamics ERP

Microsoft Dynamics Business Analyzer

Microsoft Dynamics Marketing

In breve, in passato, se si parlava con Dynamics API si sarebbe dovuto considerare il Microsoft Dynamics CRM API (2016, 2015, 2013, 2011, 4.0), il Microsoft Dynamics GP API, il Microsoft Dynamics AX API (2012/2009), ...

Potete solo immaginare cosa ci porteranno i prossimi 10 anni!.... Ora diciamo che oggi si costruisce la vostra integrazione Java con Dynamics. Di quante ore uomo avrete bisogno per mantenere aggiornata questa integrazione per i prossimi 10 anni? Ogni volta che viene lanciata una nuova versione, dovrete studiare le modifiche alle API e tornare al vostro codice per apportare le modifiche necessarie.

Tutto questo andare avanti e indietro richiede tempo ed è soggetto a errori. E, diciamocelo... semplicemente noioso! Non c'è niente di eccitante nel far funzionare un'integrazione ed è ancora meno eccitante farla funzionare in futuro.

La zona sicura - l'integrazione con Microsoft Dynamics potrebbe funzionare per me?

Esiste un modo migliore per realizzare questa integrazione di Microsoft Dynamics in Java? La soluzione è quella di ottenere uno strumento di integrazione tra voi (e il vostro codice Java) e le API. Lo strumento che suggeriamo è Connect Bridge.

Questo è uno strumento a pagamento, ma ha un prova gratuita disponibile in modo da poter vedere se funziona per voi. Il bello di questo strumento è che assicura la compatibilità avanti e indietro. Hai costruito il tuo codice Java integrandoti con esso, e poi i tuoi utenti possono fare l'upgrade (o anche il downgrade se mai succederà) e non devi preoccuparti di questo. Microsoft può anche lanciare nuove versioni delle API, riorganizzare tutte le loro soluzioni Dynamics o fare quello che vogliono... La vostra soluzione farà comunque quello che doveva fare con zero sforzo da parte vostra!

Come funziona? Connect Bridge fondamentalmente traduce le dichiarazioni SQL in chiamate API. Scrivete il vostro codice Java come se steste accedendo a un database relazionale utilizzando JDBC (sono supportati anche l'ODBC e i servizi Web). State usando le istruzioni SELECT, INSERT, UPDATE e DELETE. State utilizzando procedure memorizzate. Ma questo è solo un livello di astrazione.

Non si accede al database di Dynamics (e questa è una buona cosa!). Ma sembra che lo stiate facendo. Connect Bridge viene fornito con uno strumento Query dove potete testare le vostre (false) query, vedere le tabelle (false) con le loro colonne (false) e trovare una comoda procedura (falsa) memorizzata. Come ho detto, sembra esattamente come se si stesse guardando un database SQL, ma è solo un'astrazione. E dopo aver finito con i test, si mette tutto nel codice come se si stesse usando JDBC per connettersi ad un database... et voilà! Una soluzione funzionante che non richiede alcuna manutenzione. Tutto lo sforzo di manutenzione è sul lato di Connect Bridge. Ecco perché è uno strumento a pagamento ed ecco perché vale ogni centesimo!

È importante notare che questo funziona per leggere i dati dalla dinamica, ma anche per inserirvi i dati. Per inserire i dati, si utilizzano le istruzioni INSERIRE o AGGIORNARE o una delle procedure disponibili memorizzate. E anche se la prima volta che lo fate sembrerà spaventoso perché vi sembrerà di toccare il database di Dynamics, dovete solo ricordare che state sempre passando attraverso le API, quindi siete su un terreno sicuro.

Conclusione

Abbiamo visto come l'accesso ai dati di Microsoft Dynamics in Java può essere fatto facilmente utilizzando il Piattaforma di integrazione Connect Bridge. La buona notizia è che questo è possibile anche con Microsoft Exchange e Microsoft SharePoint! Infatti, è possibile collegarsi a qualsiasi software dell'ecosistema Microsoft, a Salesforce e a molti altri:

- SharePoint 2010, 2013, 2016, 2019, Online

- Office 365

- Exchange Server 2003, 2007, 2010 SP1, 2013, 2016, 2019, Exchange Online

- Elenco attivo

- Bing

- Excel, Word, PowerPoint

- Squadre, Pianificatore

Basta avere Connect Bridge, che è la piattaforma di integrazione di base e scegliere il connettore per il software specifico che si desidera.

Se volete esplorare i connettori attualmente disponibili a Connect Bridge, il posto dove andare è https://www.connecting-software.com/connect-bridge-connectors/.

Se volete sapere quali sono i connettori più recenti di questa vasta collezione, date un'occhiata a Connect Bridges Dynamics 365 BC e Dynamics 365 FO connettori.

Un'interessante opzione aggiuntiva che avete in Connect Bridge è la sigillatura intelligente dei documenti. C'è un add-on che utilizza la tecnologia blockchain per sigillare i documenti in Dynamics. Esso offre il massimo livello di sicurezza, garantendo che il documento non sia stato manomesso, ma il fatto che utilizza i registri distribuiti in modo intelligente lo rende molto più conveniente. E può funzionare anche con documenti che sono memorizzati altrove, ad esempio in SharePoint.

Speriamo che questo articolo vi sia stato utile! Qui ci sono altri post che abbiamo sul nostro blog che parlano di altre possibilità di integrazione:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *