Aggiornamenti in Exchange ActiveSync 2018

3 aggiornamenti principali in Exchange ActiveSync 2016

Raub Murray Generale, Tecnico 2 Commenti

Stai usando Exchange ActiveSync (EAS) per accedere alla tua email Outlook dal tuo smartphone o altro dispositivo?

Ecco cosa c'è di nuovo in EAS con l'ultimo aggiornamento. E guarda una soluzione di sincronizzazione Exchange che va oltre EAS.

Che cos'è Exchange ActiveSync (EAS)?

EAS è un protocollo utilizzato per sincronizzare e-mail, contatti, calendari, attività su dispositivi mobili. Quando si installa Exchange 2016, si ha Exchange ActiveSync abilitato. Quindi, se si dispone di una mailbox Exchange (Outlook), è possibile sincronizzare il dispositivo mobile con il server Microsoft Exchange.

Se si dispone di un account Exchange Online (Office 365) e si utilizza Outlook per il web sul proprio dispositivo, l'EAS è già in funzione e gli invii mailbox supportati vengono sincronizzati. Questo perché servizi come Outlook per il web, Outlook.com e Office 365 stanno utilizzando EAS.

Inoltre, l'assistenza clienti EAS è inclusa nel prezzo: Android, iOSBlackberry, così come Windows Phone (alcuni sono ancora in uso). E, si dovrebbe tenere presente che non tutte le funzioni Exchange o Outlook sono supportate in ogni sistema operativo.

Inoltre, le cosiddette voci Outlook - calendari, e-mail, attività, ecc. (ogni voce che rappresenta una specializzazione) sono sincronizzate solo da / al Server Exchange e al vostro dispositivo. Pertanto, la sincronizzazione funziona solo sul vostro smartphone o altro dispositivo con l'EAS impostato.

EAS supporta un solo conto!

Ciò significa che non è possibile sincronizzare più conti. Sia che si tratti di conti Exchange Online (O365), o di conti Exchange Server 2010, 2013 o 2016. Come è chiaramente indicato in questi MS FAQ su EAS: È possibile sincronizzare un dispositivo con un solo account; e si può sincronizzare la cartella di calendario predefinita, la cartella dei contatti e la cartella delle attività.

Ma che dire degli ultimi miglioramenti o aggiornamenti?

3 importanti aggiornamenti alla v16 & v16.1

L'ultima versione EAS è stata quella incorporata in Exchange 2010 (v14.1). Sei anni dopo sono arrivati importanti aggiornamenti, prima in Office 365, e infine nelle installazioni on-premise di Exchange Server 2016.

Il principale miglioramento apportato dalla v16, ma anche quello che potrebbe essere trascurato dagli utenti finali di Exchange ActiveSync v16, è stato il miglioramento dell'affidabilità del calendario attraverso la rielaborazione del flusso di lavoro del calendario tra server e client. Tuttavia, questo aggiornamento può essere apprezzato solo dagli amministratori, permettendo loro di concentrarsi sulla ricerca di soluzioni migliori per la sincronizzazione del calendario Outlook, piuttosto che rispondere alle chiamate di supporto per problemi di calendario.

Allegati del calendario e sincronizzazione della cartella delle bozze

Prima dell'aggiornamento della v16, gli allegati come gli ordini del giorno, i deck o i fogli di calcolo non erano supportati da EAS. Tuttavia, la versione Exchange 2016 ne consente l'inclusione.

La sincronizzazione della cartella delle bozze non era supportata nemmeno nella versione precedente. La EAS v16 ha introdotto questa funzione. In questo modo è stato possibile iniziare a scrivere un'e-mail sul desktop, salvarla come bozza e continuare a modificarla sul telefono. Oppure, al contrario, salvare la bozza sul telefono, quindi effettuare alcune ultime modifiche sul computer.

Pulizia remota solo per conto terzi: Attento a cosa sincronizzare

Con v16.1 nel giugno 2016 è arrivata la cancellazione a distanza solo del conto. Il "Clear-MobileDevice cmdlet per cancellare tutti i dati da un cellulare" è disponibile nei locali Exchange 2013 & 2016, così come Exchange Online (O365).

In parole povere, questa opzione consente ad un amministratore Exchange di cancellare tutti i dati dell'utente da un dispositivo mobile la prossima volta che riceve dati da Exchange. Chiaramente, questo può essere utile quando i dispositivi vengono persi, rubati o compromessi.

Tuttavia, ci sono alcuni spazio al dibattito sull'uso della cancellazione remota sui dispositivi dei dipendenti. In particolare nei casi in cui i dati personali sono memorizzati nelle stesse caselle di posta, calendari, ecc. Quindi, apparentemente è una buona caratteristica per gli amministratori per mantenere sicuri gli ambienti Exchange. Ma è anche una caratteristica che potrebbe far pensare agli utenti finali di fare il backup dei loro dati, o trovare un migliore soluzione di sincronizzazione del server Exchange.

Quali sono le mie opzioni se ho bisogno di qualcosa di più di quello che l'EAS fornisce?

Quindi, EAS funziona per il vostro unico account Outlook ospitato su Exchange online (O365) o Exchange Server, e sincronizza alcuni (non tutti) i dati della mailbox con i vostri dispositivi. Chiaramente, ha dei vantaggi per i requisiti di sincronizzazione di base. Specialmente per un account / dispositivo, questa funzionalità potrebbe essere sufficiente. Ma cosa succede se (tra molti altri scenari di sincronizzazione):

  • Hai più di un conto;
  • Si desidera sincronizzare gli elementi Outlook con qualsiasi altro utente Exchange o O365;
  • Volete sincronizzare un numero qualsiasi di conti con un solo calendario?

Allora dovrete utilizzare una soluzione collaudata e collaudata. Preferibilmente una soluzione offerta da un partner riconosciuto di Microsoft ISV, che detiene 3 competenze Microsoft gold e 3 silver, sviluppando a livello globale una soluzione unica nel suo genere. integrazione, sincronizzazione e soluzioni di produttività.

Utilizzare l'esclusiva applicazione cloud in esecuzione sui servizi Microsoft

Le applicazioni in esecuzione nel cloud sono fantastiche, ma spesso non è chiaro dove vengono memorizzati o elaborati i dati. Ma non con noi.

I servizi cloud di Connecting Software sono offerti tramite il nostro portale SaaS costruito su Azure. Sicurezza, aggiornamenti, scalabilità sono garantiti dall'architettura stessa della piattaforma SaaS. 

Inoltre, le nostre applicazioni non accedono mai ai vostri database di back-end. Esse comunicano invece tramite chiamate API a livello di server, garantendo un'integrazione costante e una sincronizzazione 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Per iniziare, è sufficiente ottenere il vostro prova gratuita, seguire i passi forniti via e-mail. Poi, il attivazione e la configurazione sono semplici, e ben documentato. E noi siamo sempre qui per sostenervi. 

CONTATTI        VERIFICARE GRATIS

Commenti 2

  1. Blog interessante, buone informazioni sull'aggiornamento di Microsoft per la sincronizzazione attiva. È stato molto utile, grazie per aver condiviso il blog con noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.