Il futuro è adesso

Il futuro è adesso: Le firme digitali passano alla tecnologia Blockchain

Stefano Tempesta Prodotti e soluzioni Lascia un commento

Con blockchain, si può immaginare un mondo in cui i documenti sono incorporati nel codice digitale e memorizzati in database trasparenti e condivisi, dove sono protetti dalla cancellazione, dalla manomissione e dalla revisione.

In questo mondo, ogni accordo, ogni processo, ogni compito e ogni pagamento avrebbe un record digitale e una firma che potrebbero essere identificati, convalidati, memorizzati e condivisi.

Intermediari come avvocati, broker e istituzioni come i notai potrebbero non essere più necessari. Individui, organizzazioni e macchine potrebbero interagire liberamente e interagire tra loro con poco attrito.

Questo è l'immenso potenziale di blockchain.


Il potenziale di applicazione del decentramento e della distribuzione dei contenuti è enorme: le persone possederanno la loro identità digitale e i loro documenti, creando un singolo, immutabile e verificabile negozio di dischi. Pensate a tutti i documenti di identità o di residenza, alle cartelle cliniche, ai certificati di istruzione o professionali e alle licenze a cui questo potrebbe applicarsi.

Tutti questi documenti e i loro metadati possono essere emessi e firmati digitalmente con una catena a blocchi.

Basta con le false certificazioni, basta con i diplomi, basta con i corsi di laurea e basta con le carte photoshoppate!

Gli studenti, ad esempio, possono fare domanda per ulteriori studi, per un lavoro, per l'immigrazione in un altro paese. Sarebbe semplice dimostrare il loro livello di studi o la conoscenza di una lingua per frequentare l'università. Enti come reclutatori, datori di lavoro, governo e università possono verificare le credenziali dello studente senza fare affidamento sulle autorità centrali, in pochi minuti e senza altri intermediari.

Come funzionano le firme digitali - Sigillare i vostri beni digitali

Un'autorità rilascia dei certificati (ad esempio, un istituto di istruzione). Questi certificati sono memorizzati su un server centralizzato di gestione dei documenti o su un file system distribuito come IPFS e firmato con una funzione crittografica.

Il documento URI, i metadati e l'hash dei contenuti vengono poi criptati e memorizzati sul libro mastro digitale a catena di blocchi e collegati all'identità digitale dell'utente. Il sistema emette un unico token di autenticità, che identifica il documento in modo non discutibile.

Immagine

I dati del documento originale non vengono mai memorizzati nella catena di blocco, ma solo l'hash del documento.

L'utilizzo di un libro mastro distribuito rende la soluzione decentralizzata e fornisce la massima sicurezza, efficienza e conformità possibile.

Se l'autenticità di un documento viene messa in discussione, il file "fuori catena" può essere rimesso in discussione in un secondo momento e l'hash risultante può essere confrontato con il valore "su catena".

Se i valori di hash corrispondono, il documento è autentico, ma se qualcosa viene modificato, anche solo un singolo carattere, gli hash non corrisponderanno, rendendo evidente che si è verificato un cambiamento.

Come funzionano le firme digitali - Verifica dei vostri beni digitali

Diciamo che, a un certo punto, un utente deve presentare i propri certificati a terzi, come un datore di lavoro. Egli può condividere il gettone di autenticità con la terza parte per la verifica. Il gettone funziona come indirizzo contrattuale del file, in quanto contiene tutte le informazioni necessarie per verificare che il documento esista e sia autentico (non contraffatto).

Immagine

L'elaborazione di documenti ed eventuali dati non strutturati e dei loro metadati e la loro integrazione con blockchain crea registrazioni delle transazioni immutabili e verificabili in modo indipendente. Esiste ora un modo per provare l'esistenza e l'autenticità di questi beni digitali.

La prova dell'esistenza si riferisce alla creazione di una data e di un'ora inalterabili per un determinato oggetto. Significa che si può provare che un determinato oggetto informativo, come un'e-mail, un documento o un'immagine, esisteva in un certo momento.

La prova dell'autenticità afferma che un oggetto è autentico, cioè che non è cambiato da quando è stato memorizzato nell'istante di tempo indicato. Questo si ottiene firmando digitalmente un oggetto e creando così un hash, il suo identificatore unico. L'identificatore viene poi inserito nel libro mastro della catena di blocchi distribuita, e la transazione viene anch'essa timbrata.

Poiché ogni voce della catena di blocco è immutabile, ciò significa che si ha la prova che questo specifico oggetto esisteva in un certo momento.

Perché usare Blockchain per creare una firma digitale?

Perché dovremmo usare blockchain per firmare e verificare gli asset digitali quando le soluzioni per la firma elettronica esistono già e sono ampiamente adottate nel settore? Ecco perché:

  • Le firme digitali memorizzate su una catena di blocco vivono indipendentemente dall'oggetto la firma si riferisce a. Non c'è bisogno di un'autorità centrale di certificazione o di un server centrale di timestamping, che sono le dipendenze tipiche dei sistemi di firma elettronica esistenti.
  • È possibile ottenere firma parallela e verifica indipendentecon o senza l'oggetto stesso.
  • Voi non memorizzare più le firme digitali all'interno del documentocome per le tradizionali soluzioni di e-signing. Con le soluzioni della vecchia scuola, chiunque avesse bisogno di controllare se un documento è firmato avrebbe accesso in lettura a tutti i contenuti del documento.
  • Firmando i documenti su una catena di blocco, l'oggetto non viene modificato dalla firma, che consente di firmare i documenti in parallelo e di implementare regole aziendali basate su mandati, 4 occhi, voto a maggioranza, anzianità di servizio e altri.
  • Infine, ma non meno importante, è possibile registrare più azioni in sequenza su una catena di blocchi. Ogni registrazione è legata a un caso specifico, a un documento e a un'attività svolta dalle parti coinvolte, creando una catena di transazioni: un percorso verificabile. Questa pista di controllo può essere verificata da terzi autorizzati, garantendo trasparenza, conformità e, soprattutto, fiducia.

Sigillo CB Blockchain per SharePoint

Sigillo CB Blockchain per SharePointis la soluzione pronta all'uso for Microsoft SharePoint che permette di sigillare digitalmente the documents si memorizza in SharePoint utilizzando la tecnologia blockchain.

L'aggiunta di firme digitali ai file PDF o ai documenti Word è probabilmente il caso d'uso più ovvio, ma questa soluzione funziona praticamente con qualsiasi tipo di documento o file.

È possibile dimostrare che nessuno ha manomesso il documento a cui è stata aggiunta la firma digitale a partire da un certo momento. Il fatto che il sigillo digitale sia timbrato è essenziale, ad esempio, per proteggere la proprietà intellettuale.

Per saperne di più su questa tecnologia innovativa, guardate qui una breve dimostrazione: https://youtu.be/HGCbHcN_CK8

Da asporto

  • Blockchain è una tecnologia che può aiutare nella verifica di documenti a prova di manomissione.
  • Firma e verifica sono processi separati che non dipendono da un'autorità centrale.
  • Sigillo CB Blockchain per SharePoint ci permette di firmare i documenti e di conservarne il sigillo su un libro mastro digitale a catena.

Volete saperne di più?
Raccomando questi articoli del nostro blog:

Ana Neto - Consulente tecnico, Autore

Stefano Tempesta
CTO
Connecting Software

Autore:

CTO presso Connecting Software, direttore regionale Microsoft e MVP

Avete domande o commenti su questo articolo?

Mi piacerebbe avere il vostro feedback, lasciate una risposta qui sotto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *