Connecting Software assume e punta alla blockchain

Ruben Pires - Jornal Económico PT

Scaricare PDF
Articolo originale

Un'azienda tecnologica creata dall'austriaco Thomas Berndorfer vuole rendere il suo team più internazionale - metà stranieri e metà portoghesi. E mira a trasformare Madeira in una "Silicon Island".

Connecting Sofware, una società installata nella zona di libero scambio di Madeira, e con una presenza in Austria, Slovacchia e Stati Uniti, vuole rafforzare il suo team nella regione autonoma di Madeira, da 14 a 20 persone, e fare una forte scommessa su Internet of Things (IoT) e blockchain. Anche il trasferimento in strutture più grandi fa parte dei piani per quest'anno.

I piani dell'azienda includono anche più risorse umane per rendere la squadra di Madeira più internazionale, con un rapporto di 50% stranieri e 50% portoghesi.

L'obiettivo è semplice: "Vogliamo aumentare la qualità a Madeira, portare più qualità dall'estero. Con questo, i madrileni iniziano a pensare in termini internazionali - siamo un'azienda internazionale", dice Thomas Berndorfer, CEO e fondatore della Connecting Software.

L'integrazione rappresenta il 25% della spesa IT

Uno degli obiettivi dell'azienda tecnologica installata nella zona di libero scambio di Madeira è quello di risolvere i problemi di integrazione.

"Il problema dell'integrazione è un problema comune. Abbiamo più applicazioni e dobbiamo essere più produttivi. Il 25% della spesa per l'Information Technology (IT) è per l'integrazione. Un telefono cellulare è integrato con diverse applicazioni e tecnologie. Tutto deve essere integrato. Abbiamo voluto costruire qualcosa per risolvere le cose e renderle più semplici. Ci sono altre soluzioni sul mercato, ma sono molto complesse. Volevamo che qualsiasi sviluppatore fosse in grado di fare l'integrazione. Questo era l'obiettivo. Volevamo ridurre la complessità dei progetti d'integrazione", dice il CEO della Connecting Software, spiegando l'idea iniziale che ha portato alla creazione dell'azienda.

"Siamo come un traduttore tra programmi software. I programmi hanno lingue diverse. Noi aiutiamo a far parlare i programmi tra di loro più facilmente", aggiunge.

Connect Bridge, la piattaforma di Connecting Software che funge da 'traduttore', ha già più di mille installazioni e più di 70 partner che la promuovono, tra cui aziende come Microsoft, SoftwareONE, ORBIS e OranguTech.

"Stiamo vendendo globalmente senza essere globali. Abbiamo un team di marketing che crea contenuti e la gente li trova. Siamo un po' come dei pescatori. Creiamo contenuti in modo che le persone che hanno un certo problema ci trovino. Possono testare il prodotto gratuitamente, e se gli piace, possono comprarlo", spiega il CEO.

Internet delle cose e "blockchain" sono scommesse

L'autenticazione dei documenti utilizzando la tecnologia blockchain sarà una delle scommesse di Connecting Software. "Immaginate di trovarvi improvvisamente sommersi da migliaia di documenti e non avete modo di sapere se sono autentici, e anche se siete sicuri della loro autenticità, non avete lo strumento giusto per eseguire tale verifica. Connecting Software vuole rispondere a questo problema attraverso un meccanismo che convalida e assicura che il documento che hai in mano sia effettivamente autentico, in una procedura che ti permette quasi istantaneamente di convalidare quelle migliaia di documenti. Con la tecnologia blockchain, possiamo dimostrare che l'intero processo è corretto", sottolinea Thomas Berndorfer.

Connecting Software sta spingendo l'autenticazione dei documenti utilizzando la tecnologia blockchain e l'uso dell'Internet of Things per collegare il software aziendale e il mondo industriale

L'imprenditore ritiene che questo mercato sarà di estrema rilevanza nei prossimi anni. "Attualmente, il mercato vale circa 10 miliardi di euro, ed entro sei anni, l'aspettativa è che cresca fino a 260 miliardi di euro. La blockchain avrà un grande impatto sull'economia. Saremo uno dei grandi early movers con una soluzione out of the box per creare sigilli e metterli nella blockchain. Siamo un super fast mover. L'idea di come utilizzare economicamente la blockchain non è ancora diffusa", spiega il CEO di Connecting Software.

L'Internet of Things è un'altra area di business in cui hanno intenzione di investire, creando una connessione tra il software aziendale e il mondo industriale. "Immaginate di lavorare nell'industria automobilistica e di dover lavorare con diversi fornitori. Le fabbriche devono consegnare i pezzi e garantire il loro controllo di qualità. Ma perché questo accada, dovete assicurarvi che le macchine siano operative, e avete bisogno di un meccanismo che rilevi qualsiasi problema nelle macchine per dare una risposta rapida evitando ritardi nella produzione", esemplifica. La soluzione presentata da Connecting Software è quella di sviluppare una soluzione che avvisi una macchina sta per avere un problema, in anticipo, utilizzando l'Internet of Things, in modo che le risorse siano mobilitate per riparare questo problema prima che la macchina diventi inoperativa.

Gli incentivi per la zona franca erano attraenti

Connecting Software è stato lanciato nel 2004, attraverso Cross National Solution. È arrivato negli Stati Uniti, attraverso Connecting Software Inc., in Canada nel 2016 e a Madeira nel 2017.

Sono partner Microsoft, con cinque competenze Gold: Gold DevOps, Gold Data Platform, Gold Data Analytics, Gold Windows and Devices, Gold Application Development".

La decisione di investire a Madeira è stata dovuta agli incentivi della zona di libero scambio. "Ho avuto una specie di depressione invernale. In Austria, abbiamo quattro mesi senza sole e fa freddo. Stavamo cercando un posto dove vivere nei mesi invernali. Abbiamo trovato Madeira. Siamo stati qui per due ore e abbiamo deciso che questa era l'isola giusta. Era quello di cui avevamo bisogno", spiega Thomas Berndorfer.

"Vogliamo portare soldi all'isola. Vogliamo portare denaro intellettuale. Vogliamo portare persone e imprese stabili e sostenibili a Madeira. Possiamo lavorare in tutto il mondo. Perché non lavorare sull'isola più bella del mondo? Vogliamo avere Sillicon Madeira, Sillicon Island", rafforza.