Successo OnDemand4U con Connecting Software CB Dynamics a SharePoint Replicatore di permessi

Come sincronizzare i permessi SharePoint con i privilegi di Dynamics CRM. Una storia di successo di OnDemand4U e Connecting Software.

Rado Glovna Storie di successo Lascia un commento

OnDemand4U GmbH è il partner leader di Dynamics CRM Online in Germania. L'azienda, fondata a Saarbrücken nel 2011, fa parte del gruppo ORBIS dal 2013 ed è stata invitata da Microsoft alla prestigiosa fiera del settore. Cerchio interno per la dinamica nel 2015. Nello stesso anno, l'azienda è stata anche finalista del Microsoft Cloud CRM Partner of the Year, rendendola uno dei partner più competenti al mondo per Dynamics CRM Online / Dynamics 365 per le vendite. Il sito portafoglio dei prodotti cloud Microsoft offerti da OnDemand4U comprende anche Dynamics Social Engagement, Power BI, Microsoft Office 365 e Microsoft Azure.

L'azienda guida i propri clienti in modo competente attraverso l'intero processo di migrazione dei loro processi di business verso il cloud - dalla consulenza e l'implementazione, compresa la formazione nelle soluzioni personalizzate, all'assistenza dopo il completamento del progetto. Allo stesso tempo, OnDemand4U assicura che questa transizione avvenga senza interruzione o interferenza con le operazioni commerciali del cliente.

Per trasferire in modo affidabile le autorizzazioni Dynamics CRM a SharePoint, OnDemand4U utilizza un'applicazione innovativa, economica e facile da implementare del suo partner austriaco Connecting Software. Si chiama CB Dynamics CRM a SharePoint Replicatore di permessi ed è il primo e finora unico nel suo genere.

Il successo di Peter Gründler OnDemand4U con Connecting Software CB Dynamics a SharePoint Replicatore di autorizzazioni SharePoint

Peter Gründler, project manager di OnDemand4U, ha condiviso con noi le sue esperienze con il software e la sua implementazione presso uno dei clienti dell'azienda. In questo caso le autorizzazioni dal CRM sono replicate specificamente per le e-mail (= Attività) nella gestione dei documenti in SharePoint.

La sfida era di "portare il software in linea con l'AttachmentExtractor di mscrm-addons.com, poiché entrambe le applicazioni provengono da due produttori diversi e non "parlano" tra loro. L'Estrattore estrae gli allegati email dalle email tracciate (vedi Attività) a SharePoint Online, e il Replicatore replica queste autorizzazioni alle Attività da CRM a SharePoint."

Peter Gründler vede il vantaggio principale di questa soluzione soprattutto nella implementazione semplice ed economica del concetto di diritti CRM in SharePoint così come il risparmio a lungo termine che ne risulta nei costi di stoccaggio del CRM: "Quando gli allegati vengono spostati a SharePoint, l'utente salva la memoria CRM. Con questo cliente potremmo risparmiare circa 14 GB di memoria CRM, con un costo mensile di 4,20 € per ogni GB utilizzato. Con SharePoint, invece, si ha circa 1 TB da utilizzare fin dall'inizio. I prezzi per la memoria sono molto più economici." Gründler vede un altro vantaggio nel fatto che i consulenti possono configurare facilmente il prodotto.

Come sapete, Microsoft offre la propria soluzione per la migrazione live dei file da Dynamics CRM a SharePoint. Vantaggio: SharePoint offre molte funzioni DMS aggiuntive per una più facile collaborazione all'interno e all'esterno dell'organizzazione. Svantaggio: L'integrazione propria di Microsoft permette solo la migrazione dei documenti senza un trasferimento simultaneo anche dei diritti di accesso associati a questi. I documenti sono liberamente accessibili in SharePoint e quindi non sono protetti da accessi non autorizzati.

Il replicatore di permessi CB Dynamics CRM a SharePoint rispecchia automaticamente, in modo sicuro e affidabile la struttura dei permessi di Dynamics CRM, che altrimenti sarebbe incompatibile con SharePoint, sui documenti migrati a SharePoint. Questi possono essere visti e accessibili solo da utenti autorizzati che hanno accesso a questi file in Dynamics CRM. Ciò significa maggiore sicurezza e migliore conformità.

L'applicazione è stata sviluppata utilizzando il Connect Bridge e interagisce con esso quando è attivo. Connect Bridge è una piattaforma di integrazione di Connecting Software specificamente progettata per soddisfare le esigenze degli sviluppatori di software, degli integratori di sistemi e dei fornitori di software indipendenti. Con essa, i database di oltre 30 delle più popolari applicazioni aziendali standard (come SharePoint, Exchange, OneDrive, Dropbox, Office 365, Outlook, Gmail, Dynamics CRM, SAP, Active Directory, QuickBooks, Salesforce, Marketo, ecc.) possono essere visualizzati come tabelle e gestiti tramite qualsiasi software.

Grazie ai connettori pre-fabbricati, lo sviluppatore se la cava senza alcuna conoscenza delle API del LOB integrato. Con Connect Bridge, è sufficiente conoscere i quattro statement SQL di base (CRUD) per integrare qualsiasi softwareindipendentemente dal suo linguaggio di programmazione, con una o più delle applicazioni standard.

Perché i clienti utilizzano il replicatore di autorizzazioni CB

Guarda un breve video per scoprirlo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *