Alla Connecting Software, non usiamo capitale di rischio o credito

Collegamento con i leader

Scaricare PDF
Articolo originale

Intervista di Thomas Berndorfer, CEO di Connecting Software

  1. Come e quando ti è venuta l'idea di creare Connecting Software?

L'idea del Connecting Software o del Connect Bridge è nata nel 2009. Quando avevamo una società di servizi e pensavamo a come diventare una società di prodotti. Abbiamo davvero pianificato il greenfield del prodotto in base alle esigenze del mercato. Per lo più si costruiscono prodotti su progetti. Ma abbiamo identificato l'area dell'integrazione del software come un buon posto per fare un prodotto. Volevamo renderlo più facile e veloce in modo che tutti i progetti IT possano essere fatti meglio e più velocemente.

Dopo una fase di progettazione abbiamo iniziato a sviluppare nel 2010 e abbiamo iniziato a vendere il prodotto nel 2011.

2. Quali opportunità ha trovato a Madeira?

Madeira è un luogo perfetto per lavorare e vivere. In molte zone devi andare in vacanza in altri posti per stare bene. Qui si hanno sia condizioni di lavoro che di vita perfette. Quindi i madeirensi sono felici di lavorare sull'isola. Molti hanno dovuto lasciare Madeira per trovare lavoro. Questo aiuta a creare una buona connessione con il team locale e cerchiamo anche specialisti internazionali che completano le nostre competenze necessarie.

3. Quali sono state le più grandi sfide che hai incontrato lungo la strada?

Ci sono sempre grandi sfide, ma all'inizio era molto più difficile. Non abbiamo capitale di rischio né crediti. Abbiamo finanziato tutto da soli ed è stato di volta in volta difficile bilanciare la trasformazione da un'azienda di servizi a una di prodotti. Qui hai atteggiamenti diversi, hai bisogno di competenze e comprensione diverse. Poi c'è stato il compito di avere una società su due sedi, è necessario dare a tutti un buon feeling con questi cambiamenti. Un'altra grande sfida era trovare il modo giusto per vendere la piattaforma e le soluzioni. Siamo partiti dalle vendite classiche e abbiamo sviluppato un nuovo modo di esperienza digitale per vendere solo via internet. Per questo bisogna adattarsi alle esigenze e ai problemi di fiducia e credibilità. L'abbiamo fatto in modo che tutti possano testare facilmente i nostri prodotti abbastanza complessi. Li abbiamo resi facili da implementare, facili da capire e facili da provare.

4. Hai lanciato l'azienda con i tuoi soldi? Quanto ha investito finora?

Sì, la Connecting Software è stata completamente autofinanziata e per lo più finanziata in modo incrociato attraverso altre società sorelle. Non usiamo capitale di rischio o credito. In totale circa 4 milioni di euro nei primi 8 anni. Siamo stati felici di aver trovato i primi clienti velocemente e di essere cresciuti costantemente.

5. Come ha influito la pandemia sul business di Connecting Software?

Nelle prime settimane è stato uno shock e avevo molta paura di tutte le conseguenze. Abbiamo dovuto andare in isolamento e in ufficio a casa. Non ne sono amico perché perdiamo il contatto l'uno con l'altro e vedo il lavoro come un lavoro di squadra. Vinciamo insieme, perdiamo insieme. Ma è andata abbastanza bene. Abbiamo perso un po' di produttività e appena è stato possibile, abbiamo riaperto l'ufficio. In base a questo abbiamo avuto un po' di fluttuazione, perché le persone si distraggono più facilmente dalla visione. Ma tutto sommato, siamo sopravvissuti meglio del previsto. Dal punto di vista delle entrate e della crescita, il 2020 è stato un anno di successo. È triste che così tante altre filiali abbiano questi problemi, ma per noi ha anche portato nuove persone buone, che hanno visto che solo il lavoro non è sufficiente per essere felici.

6. Come è stato il 2020 per l'azienda, in particolare in termini di entrate?

Siamo cresciuti circa 20% nel gruppo e circa 30% con i prodotti software di collegamento.

7. Qual è stata l'importanza di organizzazioni come l'International Business Center di Madeira e Startup Madeira per Connecting Software?

Quindi non abbiamo interagito molto con l'International business center, ma con Startup madeira abbiamo avuto molti contatti. Abbiamo affittato il nostro primo ufficio lì e abbiamo ricevuto molti consigli e trucchi da loro. Senza Startup Madeira non saremmo andati così forte nella sede portoghese.

8. Quanti uffici avete in questo momento e qual è l'impatto maggiore in termini di entrate dell'azienda?

Attualmente abbiamo 4 sedi, Madeira è quella in più rapida crescita ma dire quale sia la più importante non è giusto. Lavoriamo oltre i confini come una squadra e siamo tutti parte del successo o della perdita. Dato che il team di vendita e marketing è principalmente a Madeira, si può dire che l'importanza è più alta in quest'area, ma anche lo sviluppo e l'amministrazione sono importanti.

9. Chi sono i clienti di Connecting Software?

Abbiamo clienti in tutto il mondo in qualsiasi settore o dimensione. Serviamo imprese globali e dipartimenti nazionali in più di 7 paesi. Siamo molto felici di sostenere il governo canadese e alcune delle più grandi aziende del mondo. Ma abbiamo anche clienti molto piccoli. Solo per fare qualche nome: Organizzazioni governative in: Canada, USA, Irlanda, Inghilterra, Olanda, Germania, Singapore, Australia e Nuova Zelanda; nel settore privato serviamo: E.ON, ZF, Henkel, Infineon, Disney, Thyssen Krupp, Realogic e molti altri. Complessivamente più di 1000 clienti in tutto il mondo ricevono soluzioni da noi.

10. Com'è lavorare da un'isola in mezzo all'Atlantico e raggiungere clienti in tutto il mondo?

È semplicemente fantastico. Siamo motivati e felici di essere qui e di poter fare cose fantastiche dopo il lavoro o nel fine settimana. Una cosa fantastica al giorno d'oggi è che non hai sempre bisogno di essere fisicamente dal tuo cliente, ma puoi trattare con loro via internet. Siamo felici di avere così tante culture diverse sul monitor ogni giorno e di imparare dai loro bisogni e dalla loro cultura aziendale.

11. Quali sono le grandi differenze tra le aree geografiche in cui lei è presente a livello di business e di strategia?

Queste sono ottime domande. Ma dico sempre alla gente che nei paesi dominati dall'inglese le persone sono molto educate e non ti criticherebbero mai. Anche se sono infelici non vi daranno un feedback negativo, nei paesi dominati dall'Europa dell'est si hanno clienti felici quando non si lamentano. Non vi faranno mai dei buoni complimenti. Quindi devi sviluppare una sensibilità per approcci diversi. La lingua portoghese è molto educata ma non molto esatta o concreta. Nella comunicazione a volte gli aspetti emotivi sono più importanti di quelli commerciali. Così con i paesi più freddi (Scandinavia, Germania, USA) si arriva più direttamente al punto, nei paesi più caldi si parla molto di altri argomenti. Trovare qui il giusto equilibrio è un'avventura e ci si diverte molto.

12. Su quali prodotti/servizi scommette l'azienda per quest'anno?

Stiamo cercando di andare quest'anno, accanto ai nostri prodotti standard in due aree strategiche: Abbiamo una soluzione unica di Industria 4.0 dove possiamo facilmente collegare l'Industria con il software aziendale. L'altra cosa che è ancora più grande è il nostro approccio Blockchain. Siamo esperti nell'area dei sigilli digitali blockchain. Questo significa che possiamo fare qualsiasi sigillo digitale di file e quindi renderlo a prova di manomissione. Questa è una vera tecnologia dirompente e ci vediamo molto avanti rispetto al mercato. Qui siamo di nuovo nella nostra area di integrazione del software e qui possiamo proteggere con la tecnologia blockchain molte cose contro la manomissione e la frode. Il potenziale qui è estremamente alto e può essere una tecnologia che cambia il gioco. Abbiamo già dei brevetti in sospeso in quest'area e non abbiamo visto nessun'altra azienda finora che possa fare soluzioni come questa.

13. Come vede Connecting Software tra un anno?

Un altro anno avanti, crescendo ancora 30% , raggiungendo più di 50 dipendenti, ottenendo alcuni paesi più grandi come clienti e rivoluzionare la tecnologia Blockchain nel settore del software aziendale e Industria 4.0

14. Hai qualche nuovo progetto in mente per il futuro? Puoi dirci qualcosa su di essi?

Quest'anno creeremo un paio di prodotti standard nell'area di sigillatura Blockchain. La sicurezza è un'altra area in cui stiamo forse a breve ottenendo un ordine da un paese che aumenterà la comunicazione sicura con il software al di fuori delle reti protette. Ma questa è una specie di cosa segreta, quindi non ne parlerò troppo.

15. È la prima volta che lanci un'attività in proprio? È facile essere un imprenditore in Portogallo?

Sono imprenditore da 24 anni in più di 4 paesi. Non è facile da nessuna parte lanciare un'impresa. Abbiamo alcuni vantaggi molto belli a Madeira, ma abbiamo anche alcuni grandi svantaggi. Da un lato Madeira sarà sempre più attraente come hotspot digitale, dall'altro ci sono dipartimenti del settore pubblico, ad esempio le dogane, che vivono ancora nel millennio scorso. In parte violano le leggi dell'UE per ottenere un piccolo beneficio, dall'altra parte ostacolano gli imprenditori e le persone che vengono a spendere soldi in Portogallo. Questo succede ovunque nel mondo. Ma le persone a Madeira e in Portogallo sono molto amichevoli e simpatiche e ho trovato ottimi amici qui e non rimpiango nemmeno un minuto di essere venuto qui finora.

Domande veloci:

Il più grande rischio

Socialisti e guerra

Il più grande errore

Per giocare in mercati complicati

La più grande lezione

Gli affari non sono tutto

Il più grande risultato

Essere un imprenditore di successo, un buon padre e un amico leale per molte persone negli affari e nel privato, essere benedetto dal fatto che posso lavorare e vivere a Madeira


Diário de Notícias da Madeira
27 novembre 2020

Vida Económica
12 luglio 2020

Rivista Enterprise Security
1 maggio 2020